PIAZZETTA DELLA PARTECIPAZIONE, SECONDO ATTO.

Featured

Proseguono i lavori di riqualificazione della piazzetta posta in viale Dante tra scale mobili e parco del seminario dove giorni fa intervenimmo con operazioni di pulizia dai rifiuti dell’area.
Ieri, grazie alla ditta Salvin di Salvatore Summa (sponsor del progetto), si è provveduto al ripristino delle sedute e alla cancellazione delle scritte sulle pareti principali del sito.
Nei prossimi giorni bandiremo un concorso per giovani writer onde abbellire il muro di sostegno sottostante il camminamento di viale Dante.
Appello facciamo alla collaborazione e partecipazione da parte dei commercianti e dei cittadini della zona per il sostegno e il contributo per le prossime opere di riqualificazione (ripristino guaina camminamento , ricoloritura passamani, ringhiere, sistemazione pavimento)  finalizzate all’adozione dell’area che in tal modo verrà restituita alla città e sopratutto  alle famiglie del posto con iniziative culturali, artistiche e sportive.
Il nostro rinnovato grazie a Salvin e Cuori da Leone, partner ufficiali dell’iniziativa di adozione dell’area confidando che questa compagine possa ampliarsi già a partire dalle prossime ore.

POTENZA E’…. I FORUM PER CONOSCERE E AMARE LA CITTA’.

Featured

I forum che proponiamo sono momenti di conoscenza , dibattito e partecipazione finalizzati a valorizzare il capitale materiale e immateriale della nostra città.

I CONTENUTI TRATTATI MIRANO INOLTRE A RINSALDARE IL SENSO DEI LUOGHI E DEI SIMBOLI E A IDENTIFICARLI CON LA COMUNITA’ ALL’INTERNO DELLA QUALE, I  CITTADINI, SONO CHIAMATI A DIVENTARE  FRUITORI, PROMOTORI E CUSTODI DI QUEI BENI.

Dopo “ La POTENZA dei TURISMI” tenuto lo scorso ottobre e “LA POTENZA DELLO STADIO VIVIANI” dello scorso 11 novembre, venerdì 24 si terrà il terzo Forum dal titolo “LA POTENZA DEI PONTI”, come da programma allegato.

Nei mesi a seguire si terranno altri appuntamenti come : LA POTENZA DEI PALAZZI STORICI- LA POTENZA DEI PARCHI- LA POTENZA DEI SAPORI- LA POTENZA DELLE TRADIZIONI-LA  POTENZA DEL CENTRO STORICO- LA POTENZA DEL GALLITELLO – LA POTENZA DEI SAPERI- LA POTENZA DEGLI STRANIERI – LA POTENZA DELLE PERIFERIE.

“Nostro obiettivo- dichiara il nostro Presidente- è da sempre quello di far conoscere e guardare con occhi nuovi la nostra città innanzitutto da chi la vive  e, di creare quel senso di appartenenza e di rispetto verso la stessa, che solo una proposta civica e culturale può garantire come base fondamentale per un complessivo rilancio”.

 

Potenza e il turismo , una partita da giocare.

Featured

 

Potenza meta o città turistica? E’ iniziato con questo interrogativo l’incontro  tenutosi ieri nella nostra sede sulle potenzialità turistiche della città capoluogo.

In apertura dei lavori il Presidente Enzo Fierro ha precisato che l’iniziativa si inquadra nell’ambito di  “Come to Potenza” la prima operazione di marketing turistico nata dal basso che mette in rete  associazioni, guide turistiche, albergatori, ristoratori, imprenditori, tour operator, proprio con l’obiettivo di rendere più vivibile e appetibile Potenza , col fine di consolidare i confortanti dati sulle presenze turistiche e alimentare  tutta la filiera economico-produttiva che può muoversi attorno a tutto ciò.

Potenza possiede le sue bellezze, ha aggiunto , molto spesso “nascoste” anche agli occhi dei potentini poichè non si ha quella capacità di cercarle, di riconoscerle e successivamente di saperle promuovere. Esempi in questo campo se ne potrebbero fare a iosa.  Penso in primis ai siti archeologici , alla villa Romana alla torre Guevara e a quello che conserva nel sottosuolo, al potenziale dei ponti, da quello di San Vito a quelli più moderni Musmeci e ponte attrezzato che, da soli, con interventi adeguati potrebbero diventare attrattori concreti nel campo dell’architettura moderna”. “Potenza- ha concluso Fierro- ha le sue carte da giocare senza complessi di inferiorità.  Nel  2019 dovrà svolgere un ruolo complementare con Matera, poiché il IX centenario della morte di San Gerardo Vescovo dovrà  rappresentare per Potenza un’ occasione di rilancio identitario, culturale e ovviamente turistico. Per questo è fondamentale il ruolo di “Come To Potenza” che da ieri accoglie nella propria famiglia altre associazioni e operatori turistici.”

Gianpiero Perri, già vertice di APT,  sollecitato dalle domande della giornalista Sara Lorusso, ha espresso lodi per l’iniziativa meritevole e per il lavoro che da tempo We love Potenza sta facendo e che risulta necessario nel momento di profonda crisi attuale a cui la Pubblica amministrazione e la politica da soli non riescono a far fronte.  “Nella voce turismo – ha detto Perri- bisogna includere anche un singolo pernottamento in città poiché muove economia sul posto”.  “E’ altresì ovvio – ha proseguito- che per fare di Potenza una città appetibile bisognerà rinsaldare i presidii essenziali quali Università, Ospedale e il centro storico in preda ad un depauperamento preoccupante anche dal punto di vista commerciale”.  “Il turismo – ha concluso- si fa anche con il racconto della città e dei luoghi e Potenza , al pari di altri centri , può senz’altro porre in essere una narrazione capace di generare interesse e capacità attrattiva”.

Presente anche Elisabetta Chieca in qualità di Vice presidente “Rete Vie Francigene Basilicata” che ha raccontato come insieme a  trentadue Comuni della regione, si sta promuovendo il tratto lucano dell’Itinerario culturale del Consiglio d’Europa in quanto nuovo modello virtuoso di sviluppo sostenibile attento alla valorizzazione del patrimonio naturalistico e ambientale. “Attraverso il turismo lento ed emozionale- ha detto Chieca- è possibile apprezzare la bellezza dei nostri luoghi e conoscere una Basilicata tutta da vivere.

Nel corso della serata sono intervenuti tra gli altri anche i rappresentanti di associazioni della città come Leonardo Nuzzaci (Ambasciatori Lucani), Salvatore Panzanaro (coro Melos) , Manuela Lapenta (Ciclostile Potenza); Paolo Donadio (Italia Nostra) e operatori di B&B,   tutti concordi sulla necessità di fare rete per il riscatto culturale ed economico della città.

Alla scoperta della villa romana di Malvaccaro con poesia e musica.

Featured

Siamo lieti di presentare, nell’ambito del programma “COME TO POTENZA”, l’appuntamento “Alla riscoperta della villa romana di Malvaccaro”.
Trattasi dell’ultimo appuntamento di questo cartellone 2017 voluto fortemente insieme ad altre realtà associative della città e contraddistinto da numerosi incontri, percorsi culturali e concerti musicali alla scoperta della nostra città.
Sabato 24 giugno alle ore 17:00, in via Parigi, sarà possibile godere di una visita guidata alla scoperta degli antichi mosaici del I secolo dc. con le archeologhe della Archeoworking.
A seguire, dalle ore 18:30, nell’area antistante la villa, proponiamo un modo originale di fruire del sito che diverrà palcoscenico naturale delle letture in versi e prosa di Monica Palese, Angelo Parisi e Francesco Cosenza, accompagnate dalle note musicali del maestro Mauro Cloralio.
Un interessante e stimolante  pomeriggio per riportare alla luce un luogo di pregio della nostra città, che è stato per troppo tempo marginalizzato.
Pertanto, il nostro Movimento, come deciso portavoce del bisogno di risalto dell’identità potentina, si fa promotore di questo evento, che giunto a conclusione di un ricco cartellone di iniziative, costituisce un ulteriore tassello per la riscoperta e  valorizzazione turistica della città capoluogo.
Per prenotare le visite guidate alla villa contattare i numeri 348.5236669,  347.9814032 entro e non oltre venerdì 23.
Il Portavoce

TOC TOC!!… C’E’ QUALCUNO DALLE PARTI DEL COMUNE? 

Featured

In occasione del lancio della campagna di adesione per il 2017, il Movimento civico della città pone l’accento sullo stato di impasse in cui versano diverse proposte avanzate.

Molte fra queste hanno come interlocutore unico il Comune di Potenza. Su tutte il  Regolamento per l’amministrazione dei Beni comuni, il Progetto pilota per il rilancio di Via Mazzini, la Proposta per la riapertura di Palazzo di largo d’Errico (è passato quasi un anno dall’ incontro promosso a cui parteciparono anche esponenti dell’amministrazione), tutte ancora rigorosamente in naftalina.

Sulla prima proposta WLP ha anche raccolto la formale adesione di tante altre associazioni e cittadini impegnati e, finanche della commissione consiliare comunale competente, che ha condiviso l’utilità e la necessità di regolamentare le collaborazioni tra cittadini attivi e amministrazione per la gestione e cura dei beni comuni- soprattutto in un momento di scarsità di risorse come quello attuale.

Stessa cosa dicasi per la proposta di utilizzo del Palazzo di Largo d’Errico per la quale il Movimento avanzò nel corso di un partecipato dibattito aperto nell’Aprile 2016, una proposta innovativa e originale per Potenza:  fare di Palazzo di largo d’Errico un luogo di creatività e contaminazione che si apre ai giovani talenti, alla ricerca, alla formazione e alla cultura. Insomma il posto ideale dove far nascere imprese creative.

Ultimo, non certo come importanza, il progetto pilota sul rilancio di Via Mazzini, zona nella quale attivare una vera e propria sperimentazione di fiscalità agevolata per riportare attività commerciali e artigianali nei tanti locali vuoti e risanare urbanisticamente l’area attraverso la riqualificazione del cinema Ariston e il conseguente rilancio della Villa del Prefetto – attualmente desolatamente deserta. Se non si affronta il tutto con questa visione d’insieme, non si potranno porre in essere azioni per il rilancio complessivo della zona che, lo ricordiamo,  resta importante e strategica per tutto il centro storico.

Ovviamente siamo fiduciosi che qualcosa dalle parti dell’Amministrazione possa presto muoversi e attendiamo, a tal pro,  qualche segnale di vita.

Nel frattempo, ci organizziamo per portare la presentazione delle attività nei quartieri, coinvolgendo associazioni, giovani e professionisti. Riflettori accesi sulle tante proposte di riutilizzo dei contenitori vuoti della città, sulla conoscenza della storia cittadina, sull’urbanistica partecipata e i concorsi di idee, su come potenziare l’immagine di una città ospitale e turisticamente attrezzata, sulla necessità di mettere in piedi una Fondazione di Comunità. Per questo e altro chiederemo a tante persone di associarsi a noi e di sostenere il Movimento civico della città di Potenza.

Se volete darci una mano contattateci o scriveteci ([email protected]).

Riflettori accesi su Via Mazzini.

Featured

IMG_9962

Riapriamo via Mazzini è la prima tappa di un percorso teso a accendere i riflettori sulle Lacune di Potenza. Questi vuoti rappresentati da contenitori, palazzi e strutture abbandonate saranno al centro di una serie di iniziative con le quali We Love Potenza prova a produrre idee e proposte valide per il ripristino e la rivitalizzazione delle stesse.

Nel caso di via Mazzini , We love Potenza rilancia un progetto pilota che prevede collaborazioni diffuse con attori istituzionali e privati per una operazione di recupero non solo economico- produttiva dell’area ma anche di vera e propria riqualificazione urbanistica. Il Cinema Ariston, la villa del prefetto, i parcheggi di via Armellini, i palazzi abbandonati sono tutte Lacune che necessitano di essere colmate. Tutto però parte dal ripopolamento dei locali sfitti della stessa via Mazzini.

Nel corso della iniziativa di venerdì 21 ottobre , riproposta la necessità di chiamare i giovani , universitari in primis, a proporre idee per rioccupare questi fondi sfitti pronti a recepire idee innovative per attività imprenditoriali, come ad esempio laboratori artigianali e digitali. Non dimentichiamo- ha detto Enzo Fierro- Presidente di WLP- che via Mazzini è l’arteria principale di collegamento tra Università e centro storico di Potenza e che potrebbe diventare il luogo ove gli universitari possono utilizzare i famosi “garage per startup” o anche iniziativa culturali.

Attraverso la riapertura temporanea dei fondi commerciali sfitti per iniziative sociali, artistiche e culturali, il Progetto proposto valorizza la collaborazione tra proprietari, Amministrazione e cittadini.

Ribadita pertanto, la proposta di introdurre un regime fiscale apposito per facilitare tali nuovi insediamenti e, di chiedere ai proprietari dei locali sfitti di via mazzini di essere parte attiva di questo processo.

IMG_9968

Nel corso della serata i vari interventi hanno tutti posto l’accento sull’importanza di questa iniziativa che può diventare una buona pratica da adottare anche in altri parti della città e a creare quelle sinergie necessarie tra attori locali. Snodo cruciale anche la riqualificazione dei cosidetti contenitori vuoti, sui quali andrebbe fatta una attenta cernita e , conseguentemente, adottata la relativa procedura dei concorsi di idee aperti a progettisti locali per la definizione di nuove destinazioni d’uso.

Inoltre, la recente riapertura della Villa del prefetto, arricchisce di un nuovo valore tutto il percorso in oggetto nonché le aree limitrofe ed in particolare il centro storico che beneficerebbe degli effetti generati dalla riqualificazione proposta. A tal fine, di concerto con le eventuali iniziative in itinere che riguardano tale bene, il Movimento propone una sorta di coordinamento con associazioni e cittadini attivi  stabilendo con l’Ente gestore del parco ruoli e programmazione.

All’incontro numerosi ospiti , tutti chiamati per le attività di propria competenza ,  nel raggiungimento degli obiettivi :  Prospero Cassino di Confesercenti, Vincenzo Auletta dell’ANCE, Francesco Scorza dell’Università di Basilicata, l’assessore Comunale alla riqualificazione Pergola e numerosi rappresentanti di associazioni e comitati. Dibattito coordinato dalla vice presidente di we love Pz Rosanna Mucig. Ad apertura dei lavori, la giovane Rocchina Martinelli ha presentato la sua tesi di laurea dal titolo “Lacune: completare, ricostruire, trasformare l’architettura” proprio centrata sul cinema Ariston con la quale ha conseguito il diploma di Laurea in architettura presso l’Università di Pescara.

Il Difensore Civico al servizio dei cittadini e delle associazioni.

Featured

IMG_7002

Un secondo appuntamento pieno di contenuti e di interessanti spunti di riflessione quello che si è tenuto mercoledì 8 giugno nella sede del Movimento.

A relazionare è stata chiamata l’Avv. Antonia Fiordelisi , difensore civico della Basilicata figura introdotta con la riforma dell’ordinamento delle autonomie locali (art. 8 legge n. 142/1990).

Il Difensore Civico Regionale avv. Antonia Fiordelisi , alla presenza di un uditorio attento e qualificato, ha illustrato in maniera puntuale e con un linguaggio accessibile a tutti, l’ampio ventaglio di competenze ed il ruolo istituzionale super partes che le compete nella gestione delle segnalazioni.

L’importanza e la prossimità del ruolo del Difensore ha consentito ai presenti di apprendere il valore di un simile strumento, che consente a tutti i cittadini, gruppi di cittadini, associazioni, comitati etc. di chiedere l’intervento del Difensore, a costi zero, al fine di ottenere risposte e/o servizi negati dalla P.A. ed Enti periferici.

Significativa la panoramica sugli interventi già realizzati dal Difensore Civico sino ad oggi: dall’ambiente (inquinamento in generale)  al diniego di accesso agli atti, dalla proroga del termine per produrre la documentazione per ottenere l’esenzione del Ticket sanitario al ripristino di alcune fermate per l’utenza da parte di Trenitalia.

Il tavolo dei lavori si è concluso con l’impegno di utilizzare la figura del Difensore Civico anche per realizzare dei Protocolli di Intesa con le P.A. ed Enti periferici, al fine di prevenire i disagi ed i disservizi quotidiani.

Soddisfazione espressa dal Presidente Fierro e dalla responsabile Bamundo per il livello degli interventi e per l’iniziativa dei Percorsi avviati che restituisce centralità all’educazione civica e al rispetto delle regole e delle relazioni tra cittadini e Istituzioni.

Per attivare le funzioni del Difensore civico collegarsi alla pagina dell’Ufficio.

 

Assemblea degli iscritti 2016: il Movimento cresce.

Featured

IMG_5862

Mercoledi 20 aprile 2016 si è tenuta l’Assemblea degli iscritti del Movimento civico We Love Potenza presso la sede in c.so XVIII Agosto nel capoluogo lucano.

Nella relazione di apertura dei lavori, il Presidente uscente Enzo Fierro, ha passato in rassegna i momenti più importanti per la crescita del movimento, che oramai è una realtà cittadina consolidata per valore e progettualità espressi, ed ha ringraziato chi contribuisce con passione e determinazione a far sentire la voce “civica” di un insieme di persone rappresentative di una fascia sociale eterogenea della città.

Potenza attraversa un momento di forte crisi- ha detto Fierro- che non è solo politica e amministrativa bensì di prospettiva e di identità e che, pertanto, alla stesso bisogna rispondere con un impegno disinteressato, civile , culturale e partecipato come quello profuso da anni da We Love Pz.

La cosa senz’altro positiva- è stato detto nel corso dell’assemblea – è la nostra netta espansione  che oggi ci porta ad avere tra gli  aderenti anche amici della periferia e potentini d’adozione, a smentita del fatto che questa città non è amata da tutti. Anzi, bisogna ancor di più rafforzare il messaggio che Potenza è di tutti e che tutti devono fare qualcosa per aiutarla ad uscire dal pantano in cui si trova.  E’ per questo che insieme a tanti amici vogliamo realizzare e portare a termini i nostri progetti , aperti ai contributi di tutti coloro i quali vogliono “sporcarsi” le mani nell’interesse di Potenza capoluogo. A seguire hanno preso la parola diversi iscritti e simpatizzanti, tutti volti a rivendicare l’importanza di un impegno forte per riportare la città capoluogo alla centralità di un tempo e a migliorarla in tutti i settori chiave: occupazione, servizi, sport , verde, riqualificazione urbana.

IMG_5864

Riconfermati i progetti posti in essere sui quali il Movimento continuerà a lavorare con impegno e costanza : Regala un Albero, Riapriamo Via Mazzini, Amministrazione condivisa dei beni comuni, Centro sportivo polivalente zona G, Città intelligente, Percorsi di educazione civica, proposte innovative per contenitori vuoti e Turchiscope 2016.

Al termine dei lavori si è proceduto alla votazione come da statuto dalla quale è partorito il nuovo Consiglio Direttivo composto da Angela Santopietro, Carmela Pace, Franco Liguori, Enzo Fierro, Rosanna Mucig. Eletto anche il Coordinamento di We Love Potenza di cui fanno parte Luca Di Tullio, Nicoletta Zolfanelli, Maria Bamundo, Daniele Cutro, Leonardo Vaccaro, Angela Ciliberti, Antonio Inciso, Maria Rita Milella, Salvatore Caliendo, Rossana Candido, Silvano Pinto, Vincenzo Iasillo. Riconfermato presidente Enzo Fierro, vice presidente Rosanna Mucig.

La campagna di adesione al movimento resta aperta.