POTENZA E IL SUO FUTURO, AL VIA LA CAMPAGNA ADESIONI 2019

Featured

Venerdì 15 Febbraio alle ore 18.30, in occasione dell’incontro “La città del futuro: idee e prospettive”, daremo il via ufficialmente alla campagna di adesioni per il 2019.

Per l’occasione abbiamo pensato, come nostra abitudine, di aprire un confronto anche con tutti coloro che, insieme a noi, ritengono fondamentale la partecipazione e la condivisione di idee e progettualità per il bene esclusivo della nostra città.

Pertanto, nel corso dell’incontro, non solo parleremo dei nostri progetti, degli obiettivi conseguiti, delle nostre iniziative da avanzare per il 2019 ma, sopratutto,  raccoglieremo gli spunti e i contributi da parte dei partecipanti con l’obiettivo di far fronte comune per la rinascita civica, economica e culturale di Potenza.

Se hai desiderio di intervenire con una proposta o un’idea prenota il tuo intervento scrivendoci una mail a [email protected] specificando nell’oggetto il tema scelto : Centro storico, periferie, turismo, associazionismo, sport, disagio, riqualificazione ecc.. .

Saremo ben lieti di ascoltarti. A Venerdi!

 

CENTRO STORICO RIPARTE, MERCOLEDI’ LA PRESENTAZIONE DEI QUESTIONARI.

Featured

edf

Il centro storico appartiene a  tutti e per questo è richiesta la collaborazione più ampia per la sua rinascita. E’ su queste premesse che a Giugno di quest’anno è partito il progetto CENTRO STORICO BENE COMUNE. Dopo diversi incontri in sede, la prima tappa ha visto la distribuzione ai commercianti di un questionario per capire come gli stessi vedono il centro e per sondare eventuali competenze e disponibilità per una progettazione condivisa e partecipata per il rilancio dello stesso.

Dopo aver raccolto ampia partecipazione dalla maggior parte dei commercianti del centro e provveduto alla lettura, mercoledì 14 novembre presso la Sala degli specchi del Teatro Stabile in una assemblea aperta anche a residenti, associazioni, amministratori e cittadini, la giovane architetto Alessandra Spiniello- coordinatrice del gruppo di lavoro- presenterà i risultati del questionario che serba numeri interessanti, registra l’umore dei commercianti, prospetta speranze di rinascita del cuore antico della città.

L’iniziativa rientra nelle attività di rilancio e di proposte di riqualificazione delle aree storico-culturali e produttive della città a cui da tempo dedichiamo impegno e progettualità. In particolare, “Centro storico Bene Comune”,  vuole rappresentare il primo banco di prova per una iniziativa di riappropriazione diffusa della città e di tutti quei beni che proprio perché nelle disponibilità di tutti, devono essere curati e salvaguardati dalla comunità nel suo insieme.

We Love Potenza intende rianimare quel senso di appartenenza e di “fare concreto”  che produce esempi virtuosi di partecipazione e di crescita condivisa della città. Un modo nuovo di guardare le cose attorno a noi, con molto senso Civico, facendo avanzare il piacere di sporcarsi le mani insieme a chi a cuore la città, di consumare atti d’amore per i luoghi in cui viviamo.

VI ASPETTIAMO MERCOLEDI’.

Invito alla presentazione Centrostorico

 

Salviamo il centro storico di Potenza.

Featured

Il Centro storico ha tutte le potenzialità per rialzarsi e tornare a vivere.

Questa la sintesi emersa al termine dell’incontro con commercianti, residenti , associazioni tenutosi venerdì 6 Aprile presso la sede di We Love Potenza.

All’inizio dei lavori il nostro Presidente Enzo Fierro, ha tenuto a ribadire che la questione del rilancio del centro riguarda tutti poiché trattasi di un bene Comune da tutelare, amare e conservare.

“Il centro deve tornare a essere attraente puntando su iniziative di recupero, valorizzazione e promozione dei presidi storici e culturali, sulla promozione della gastronomia locale e  delle strutture ricettive.  Da tutto questo trarrà beneficio anche la rete del Commercio che in questi giorni si sta riorganizzando egregiamente e che ci auguriamo vada oltre una semplice operazione di cartello”.

Ribadita, nei vari interventi, anche la necessità di trasferire in centro uffici e sportelli dedicati  comunali, regionali , Università e di altri Enti. Il tema dei contenitori vuoti rimane una delle questioni da affrontare con politiche adeguate e con una strategia di coinvolgimento dei privati.

Rivolto un invito anche alla Chiesa potentina per quanto attiene la possibilità di mettere a sistema i beni e i  locali di proprietà  in un percorso di valorizzazione culturale e turistica.

Evidenziata inoltre la necessità di rivedere il sistema dei trasporti e di rendere più agevole il parcheggio delle autovetture in centro.

Nel corso del dibattito è emersa comunque la volontà di fare rete e di partire anche dalle piccole cose , da piccoli  gesti di decoro urbano al rispetto dei luoghi, dalla semplice accoglienza dei visitatori/utenti alla possibilità di organizzare eventi e iniziative con il coinvolgimento dei giovani e dei commercianti.

Molto apprezzato il questionario redatto e distribuito dai giovani di We Love Potenza che , riproponiamo in questa pagina e che chiediamo di compilare e di restituirci o in sede o via mali a [email protected]

Nella sede del Movimento infine , nascerà un Laboratorio di tematiche urbane , storiche e culturali aperto a tutti, per affrontare le questioni emerse nella loro interezza e ipotizzare le varie azioni da porre in essere per un rilancio complessivo e duraturo del centro.

CentroStoricoBeneComune A4 (2)

AL VIA LA CAMPAGNA DI ADESIONI 2018.

Featured

“La tua idea , la nostra città”. E’ questo lo slogan della Campagna di adesioni al nostro Movimento per il 2018 che si aprirà ufficialmente Sabato 17 con un incontro alle 17.00 presso la sede di C.so XVIII Agosto,85.

Chiamiamo a raccolta tutti coloro che amano la nostra città e che hanno qualcosa da regalare , un buon esempio, un progetto, una semplice proposta per ridare respiro ad una nuova idea di Città che deve guardare con rinnovato orgoglio alla sua storia e al suo potenziale da far emergere.

Noi siamo il Movimento dove le buone idee diventano realtà nell’interesse della comunità cittadina.

Per questo parleremo dei progetti in itinere, del rilancio del centro storico, dei Beni comuni, della Potenza turistica, di Gallitello Open sunday, della Fondazione, dei giovani e del protagonismo da ritrovare, dell’identità e delle nostre tradizioni, dell’urbanistica partecipata, del rispetto del territorio, di rigenerazione urbana, dei luoghi e dei simboli da custodire gelosamente.

Con la tua idea sostieni We love Potenza e la nostra città.  Non far mancare il tuo contributo.

 

Potenza e i “turismi”: lunedì 23 una riflessione sul tema.

Featured

Potenza città o meta turistica? Cosa ci dicono i flussi relativi alle visite nel capoluogo recentemente registrati dagli indicatori preposti? Quali sono le potenzialità della città capoluogo che possono essere importanti per attrarre e consolidare la presenza dei turisti in città? Quale il ruolo degli operatori del settore e dei privati?

Di questo e di tanto altro parleremo lunedì 23 nella nostra sede con autorevoli ospiti e amici.

 

SU PALAZZO D’ERRICO SI DECIDA IN UN CONSIGLIO COMUNALE APERTO.

Featured

“Da una recente intervista a mezzo stampa  è emersa la volontà del sindaco di Potenza, di demandare al Consiglio Comunale la decisione in merito alla destinazione d’uso di Palazzo di largo d’Errico.

We Love Potenza propone, come da tempo noto , l’istituzione nel sito di cui trattasi di un “incubatore sociale” dove poter esercitare attività di studio e formazione.
Un luogo di incontro, che favorisca la diffusione della conoscenza e della creatività, orientato al rilancio dell’artigianato e delle micro imprese, e più in generale, a far crescere capacità e talenti di giovani, associazioni e professionisti.

Risulta infatti fondamentale, in tema di sviluppo urbano, tendere verso fattori immateriali come arte , cultura e nuove tecnologie, al fine di  promuovere un’immagine inedita della città.
Proponiamo, pertanto, di discutere della destinazione d’uso di Palazzo d’errico in un consiglio comunale aperto, al quale chiamare a dibattere tutte le realtà cittadine che hanno  proposte sulla questione in oggetto (associazioni, movimenti, ordini professionali, imprenditori, università, scuola ed altri enti da coinvolgere).

Decisioni così rilevanti per il destino del centro storico e della città intera, devono essere assunte in maniera partecipata, non perdendo la straordinaria occasione di confronto con i cittadini”.

Il portavoce

Davide Rispoli

RIFLETTORI ACCESI SULLE LACUNE E I BENI COMUNI.

Featured

Come a tutti noto, da tempo We Love Potenza ha acceso i riflettori sui contenitori vuoti di Potenza e sulla possibilità di vederli “rigenerati” attraverso iniziative di urbanistica partecipata, di volontariato e di innovazione sociale.

In particolare, riteniamo che il Regolamento sui Beni comuni, possa rappresentare una tappa importante di questo percorso  anche nella definizione di strumenti e compiti da attribuire ai diversi protagonisti in campo che, puntualmente, abbiamo coinvolto.

A tal pro, nell’ambito del Maggio Potentino, promuoviamo un confronto aperto che si terrà il giorno 27 Maggio alle ore 19.00 (presso la nostra sede)  nell’ambito di un evento in collaborazione con il LAP di Elisa Laraia, che verterà proprio su questi argomenti, per noi di rilievo strategico. Parteciperanno associazioni, professionisti, universitari, creativi, amministratori.

Alle 21:00 dello stesso giorno, sullo stabile adiacente la nostra sede , ovvero il Palazzo delle Poste e dei Telegrafi si terrà l’urban screen dell’’opera Public Conversation che è parte dell’indagine antropologica sui bisogni delle comunità di Basilicata, portata avanti dal 2009 dal progetto LAP di Elisa Laraia.

Il tema del recupero di spazi pubblici inutilizzati all’interno della città, da noi sollevato, ha stimolato l’artista Elisa Laraia a concentrare la sua attenzione sul Palazzo delle Poste e Telegrafi di Corso XVIII Agosto, uno dei Contenitori pubblici cittadini inutilizzati, che in sé incarna l’immobilismo che coinvolge le Istituzioni nella contemporaneità.  L’urban screen Public Conversation avrà come soggetti i protagonismi del civismo cittadino che sono stati intervistati dall’artista con un focus sul tema. Le loro testimonianze verranno restituite alla città attraverso una grande video proiezione sulla location del Palazzo delle Poste e Telegrafi: i volti e le voci degli intervistati attraverso la videoproiezione daranno nuova vita al Palazzo, diffondendosi nell’area urbana circostante e creando così un filo comunicativo tra gli attori e i fruitori dell’opera.

Si genererà in tal modo un forte impatto sul tema, fatto di emotività e riflessività, sia per la sollecitazione della memoria del passato, memoria ricondotta al tempo in cui l’edificio aveva una funzione vitale per la città, sia per la spinta al futuro, con la prospettiva di una futura riutilizzazione rispondente alle aspirazioni della cittadinanza.

TOC TOC!!… C’E’ QUALCUNO DALLE PARTI DEL COMUNE? 

Featured

In occasione del lancio della campagna di adesione per il 2017, il Movimento civico della città pone l’accento sullo stato di impasse in cui versano diverse proposte avanzate.

Molte fra queste hanno come interlocutore unico il Comune di Potenza. Su tutte il  Regolamento per l’amministrazione dei Beni comuni, il Progetto pilota per il rilancio di Via Mazzini, la Proposta per la riapertura di Palazzo di largo d’Errico (è passato quasi un anno dall’ incontro promosso a cui parteciparono anche esponenti dell’amministrazione), tutte ancora rigorosamente in naftalina.

Sulla prima proposta WLP ha anche raccolto la formale adesione di tante altre associazioni e cittadini impegnati e, finanche della commissione consiliare comunale competente, che ha condiviso l’utilità e la necessità di regolamentare le collaborazioni tra cittadini attivi e amministrazione per la gestione e cura dei beni comuni- soprattutto in un momento di scarsità di risorse come quello attuale.

Stessa cosa dicasi per la proposta di utilizzo del Palazzo di Largo d’Errico per la quale il Movimento avanzò nel corso di un partecipato dibattito aperto nell’Aprile 2016, una proposta innovativa e originale per Potenza:  fare di Palazzo di largo d’Errico un luogo di creatività e contaminazione che si apre ai giovani talenti, alla ricerca, alla formazione e alla cultura. Insomma il posto ideale dove far nascere imprese creative.

Ultimo, non certo come importanza, il progetto pilota sul rilancio di Via Mazzini, zona nella quale attivare una vera e propria sperimentazione di fiscalità agevolata per riportare attività commerciali e artigianali nei tanti locali vuoti e risanare urbanisticamente l’area attraverso la riqualificazione del cinema Ariston e il conseguente rilancio della Villa del Prefetto – attualmente desolatamente deserta. Se non si affronta il tutto con questa visione d’insieme, non si potranno porre in essere azioni per il rilancio complessivo della zona che, lo ricordiamo,  resta importante e strategica per tutto il centro storico.

Ovviamente siamo fiduciosi che qualcosa dalle parti dell’Amministrazione possa presto muoversi e attendiamo, a tal pro,  qualche segnale di vita.

Nel frattempo, ci organizziamo per portare la presentazione delle attività nei quartieri, coinvolgendo associazioni, giovani e professionisti. Riflettori accesi sulle tante proposte di riutilizzo dei contenitori vuoti della città, sulla conoscenza della storia cittadina, sull’urbanistica partecipata e i concorsi di idee, su come potenziare l’immagine di una città ospitale e turisticamente attrezzata, sulla necessità di mettere in piedi una Fondazione di Comunità. Per questo e altro chiederemo a tante persone di associarsi a noi e di sostenere il Movimento civico della città di Potenza.

Se volete darci una mano contattateci o scriveteci ([email protected]).

AMARE POTENZA: AL VIA LA CAMPAGNA ADESIONI PER IL 2017.

Featured

Venerdì 10 febbraio, con inizio alle ore 19.00 presso la nostra sede in c.so XVIII Agosto, 85, sotto il muraglione del Santo Protettore, si terrà il lancio ufficiale della campagna di adesioni per il 2017 a We Love Potenza.

I lavori saranno aperti dalla relazione introduttiva del Presidente Enzo Fierro e, a seguire, si terrà l’illustrazione dei più significativi progetti e delle iniziative che il Movimento sta portando avanti da tempo a favore della Città capoluogo.

In particolare si discuterà del Progetto per il rilancio di Via Mazzini , della proposta di Regolamento sui Beni Comuni, del Progetto Città verde, della proposta di riutilizzo del palazzo di largo D’Errico e di contenitori vuoti, dell’ultima ambiziosa sfida di Come to Potenza.

La campagna prevede anche altre presentazioni in vari punti e centri di interesse della città poichè, intento del Movimento, è quello di raggiungere potentini (giovani, donne e professionisti in primis) e renderli partecipi, consapevoli e responsabili del rilancio della città.

Partecipate e aderite al Movimento che ama Potenza. VI ASPETTIAMO.

 

 

 

 

 

 

Regolamento beni comuni, Potenza c’è.

Featured

IMG_7512

Faremo conoscere a tutta la città i vantaggi e le opportunità offerte dal regolamento comunale per i beni comuni”. Si apre con queste parole del Presidente Fierro la quarta tappa di PERCORSI DI EDUCAZIONE CIVICA sul tema dei beni comuni e dei patti di collaborazione .

Al seminario ha partecipato  Pasquale Bonasora, del Direttivo di Labsus, che ha portato l’esperienza maturata nella strutturazione ed adozione del regolamento sulla gestione dei beni condivisi e sui patti di collaborazione in diverse città d’Italia..

Bonasora ha sottolineato l’importanza di avere delle regole che disciplinano il principio di sussidiarietà orizzontale previsto dall’art 118 della costituzione come riformato nel 2001, al fine di non incorrere in conseguenze spiacevoli  tipo denunce e/o richieste di ripristino per aver gestito un bene comune senza le giuste autorizzazioni.

Bonasora ha illustrato la struttura del regolamento proposto da Labsus  che è strutturato in tre parti:

– La proposta

– La coprogettazione

– I patti di collaborazione

Ed è proprio parlando dei patti di collaborazione che ha evidenziato come questi siano capaci di attivare un percorso virtuoso di emancipazione dell’energie di una comunità e siano capaci di rafforzare i legami di una comunità attraverso la tutela dell’interesse generale.

In apertura di dibattito, il consigliere comunale Morlino , a nome dell’Amministrazione comunale di Potenza, ha assicurato che l’impegno per l’adozione di tale strumento non mancherà, e che la strutturazione di forze civiche opportunamente informate agevola il processo di consapevolezza dei cittadini.

Maria Bamundo del direttivo di WLP , ha sottolineato ai presenti l’importanza di dare voce ai propri bisogni attraverso l’unione e la condivisione delle proposte, come quella avanzata per l’adozione del regolamento sulla gestione dei beni comuni all’amministrazione comunale di Potenza.

 

IMG_7511

Invito subito accolto dai rappresentanti di associazioni e comitati tra cui Orazio Colangelo di Rione Lucania; Silvia Lettieri de La Cittadella di Bucaletto, Patrizia Baccari di Fare Ambiente, Tina Paggi di CSV Basilicata che ha già stipulato il protocollo di intesa per l’adozione del regolamento sui beni comuni con l’Anci Basilicata il 13-14 giugno 2016. Tutti  non faranno mancare il proprio sostegno al movimento affinchè consegua l’obiettivo di far adottare il regolamento sui beni comuni nella città di Potenza.

Sulla base anche di questo sostegno, We love Potenza organizzerà nelle diverse realtà associative di Potenza incontri per illustrare il portato innovativo del Regolamento e per allargare il fronte dei sostenitori.

Un obiettivo importante quello portato avanti “sui beni comuni” , in quanto è lo strumento giusto per ristabilire un clima di fiducia tra cittadini ed amministrazione e, sopratutto, per aprire all’ amministrazione condivisa di Potenza in un momento difficile come quello attuale.